ANALIZZATORE MOLECOLARE DI PIANTE

Inauguriamo con quest post una nuova sezione del blog, quella della "tecnologia del futuro" che scopriremo via via tra le pagine degli albi.


Ecco alcune immagini e un pò di informazioni utili riguardo a uno dei principali compagni di lavoro di Brian, il suo Analizzatore d'Erbe.



- Analizzatore d'erbe di Brian – (PA - Plant Analyzer)


Tra tutti, è lo strumento che usa di più, essendo fondamentale per il suo lavoro di ricercatore sul campo. Si tratta essenzialmente di un piccolo scanner portatile multifunzione. Il PA è composto da tre parti, unite tra loro.


Prima parte: e’ una sorta di lettore “esterno”, di forma simile a una pistola lettrice di codici a barre, utile a dare le prime informazioni sul vegetale senza che sia necessario strapparlo dal terreno (o dalla pianta, nel caso si tratti di una foglia).

Seconda parte: e’ un piccolo analizzatore, il cui "canale d'ingresso" è rappresentato da un cerchio metallico aperto nella parte superiore e terminante in due peduncoli sferici, attraverso i quali l'operatore introduce pezzetti del vegetale da analizzare. Il PA riesce a quel punto a fare un analisi più approfondita a livello molecolare, informando anche della composizione percentuale delle sostanze che compongono la pianticella. Se il PA trova qualche molecola di interesse medico o cosmetologico, avverte subito l'operatore con un segnale, in modo che questi possa prendere più campioni per poterli poi analizzare con comodo.

Terza parte: e’ un altro scanner, che pero’ non legge le caratteristiche chimiche della pianta, bensì la sua fisionomia. Funziona con lo stesso principio dei nostri scanner, leggendo però immagini tridimensionali: il PA è in grado di aprire alcuni dei suoi componenti, in modo da potervi inserire la foglia intera (o un frammento se la foglia e’ troppo grande). A questo punto la macchina la scansiona, memorizzandone forma, dimensione, colore, caratteristiche superficiali, etc.


In questo modo Brian, utilizzando le tre funzioni del PA, può ottenere in pochi minuti tutte le informazioni che gli possono essere utili per catalogare e classificare la pianta (i dati così ottenuti possono facilmente essere poi confrontati con l'archivio telematico della sua azienda o direttamente in quello infinito dell’Ottavo Mare). In questo modo Brian è in grado di controllare subito se si trova di fronte ad una specie nuova, o invece ad una forma vegetale già conosciuta e magari mutata, e se la stessa merita dunque un’analisi più approfondita.




4 commenti:

Bob_Cooper ha detto...

Non vedo l'ora che esce il secondo numero...

Fabio Celoni ha detto...

Ciao Bob, ti assicuro che siamo in due, anzi... in tre! Senza contare Sandro e gli altri, naturalmente... ma il 24 ormai non è lontano.
Un numero importante, il 2, vedrai... alcune ombre si svelano, altre s'infittiscono... e niente è come sembra! ;)
Ciao

Alessandro Neri ha detto...

bello questo post, aspettavo proprio qualcosa del genere!
si vede che l'avete proprio ben studiata la serie ;)
però si vede anche che avete troppo da fare: vi siete scordati di scrivere dove si pouò comprare questo analizzatore d'erbe. ho un amico col pollice verde, se mi dite il negozio e non è troppo caro ci faccio un pensierino per Natale :P

a proposito, mi piace che esca il 24, lo leggerò dopo il pranzo di Natale :)

Fabio Celoni ha detto...

L'Analizzatore d'Erbe si potrà comprare abbastanza facilmente sull'Ottavo Mare, tra un centinaio d'anni. La cifra è considerevole ma a Brian l'ha passato l'azienda. ;)
Cercheremo di fare un post sulla tecnologia frequentemente, almeno queste sono le intenzioni!

A presto... il buon appetito per il pranzo di Natale te lo augurerò tra un paio di settimane, però!

 
Wordpress Theme by wpthemescreator .
Converted To Blogger Template by Anshul .